• An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
Messa in sicurezza di A24 e A25, gli autotrasportatori Cna: paghi lo Stato
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Gianluca Carota“Non esiste possibilità alcuna che gli interventi di messa in sicurezza delle autostrade A24 e A25, stimati in 111 milioni di euro, possano essere finanziati

facendo ricorso all’aumento dei pedaggi da parte della società di gestione Strada dei Parchi. A pagare le opere necessarie deve essere lo Stato, e in questo senso gli autotrasportatori della Cna apprezzano l’iniziativa parlamentare della senatrice Stefania Pezzopane, che ha presentato un emendamento al Decreto Sud in corso di discussione al Palazzo Madama”. Lo afferma Gianluca Carota (nella foto), presidente regionale di Fita-Cna, l’associazione delle imprese dell’autotrasporto da sempre in prima fila nella battaglia contro i periodici aumenti dei pedaggi operati dalla società di gestione delle autostrade da e per Roma: “Il fatto che gli interventi di manutenzione e messa in sicurezza siano strettamente collegati ai danni provocati dai terremoti – prosegue – fuga ogni dubbio sulla natura del soggetto che dovrà essere chiamato agli interventi di riparazione: lo Stato. Lo stesso che, giustamente, è intervenuto ogniqualvolta ci si è trovati di fronte a situazioni di emergenza, come appunto i terremoti sono”. Carota, che dopo gli interventi dei sindacati dei lavoratori del settore sollecita “decisa presa di posizione di tutto il mondo imprenditoriale”, conclude affermando che “la Fita-Cna si batterà in ogni sede per dare concreto sostegno a una soluzione che non penalizzi l’utenza delle autostrade”.

 
Credits
FIDIMPRESA CNA ALIMENTARE CNA BENESSERE e SANITA CNA ARTISTICO E TRADIZIONALE CNA COSTRUZIONI CNA FEDERMODA CNA TERZIARIO CNA FITA CNA INSTALLAZIONE E IMPIANTI CNA PRODUZIONE CNA SERVIZI COMUNITA FAB