• An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
Mareggiate e danni agli stabilimenti, Cna Balneatori: la Regione intervenga ora
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

20190203 153731Misure urgenti per coprire i pesantissimi danni patiti dagli stabilimenti

balneari abruzzesi in seguito alle mareggiate dei giorni scorsi: un evento che soprattutto nel territorio di Silvi Marina ha prodotto conseguenze gravissime alle strutture. A chiedere alla Regione di intervenire è il portavoce regionale di Cna Balneatori Abruzzo, Claudio Mille, che ricorda come – oltre alla cittadina teramana – il bilancio negativo riguardi altri quattro centri del Teramano (Pineto, Roseto, Alba Adriatica a Martinsicuro), due del Chietino (Casalbordino e Francavilla) e uno del Pescarese (Montesilvano). «A Silvi – traccia un primo, provvisorio bilancio Mille – è stata pesantemente danneggiata la parte di litorale che dal centro della cittadina va verso sud, con alcune porzioni di stabilimenti letteralmente inghiottite dal mare». Alla Regione, i balneatori Cna – per far fronte alla pesante emergenza che si è determinata - chiedono così «di sospensione l’applicazione del canone demaniale ricadente sulle attività turistiche che hanno subito danni conseguenti agli eventi atmosferici: una scelta su cui già esistono precedenti in altre regioni italiane. Ancora, «di procedere alla riduzione del canone, come previsto dal decreto legge 5 ottobre 1993, n. 400, convertito dalla legge 4 dicembre 1993, n. 494». CNA Balneatori – che intanto prosegue la sua attività sindacale per conseguire l’obiettivo della fuoriuscita dalla “direttiva Bolkestein” di tutto il sistema delle concessioni italiane – chiede infine alla Regione «di realizzare interventi infrastrutturali di carattere preventivo, soprattutto in vista di possibili ulteriori mareggiate, particolarmente dannose se si considera che l’inizio della prossima stagione turistico balneare non è poi così lontano: interventi fondamentali per il turismo regionale e per l’intera economia costiera».

 
Credits
FIDIMPRESA CNA ALIMENTARE CNA BENESSERE e SANITA CNA ARTISTICO E TRADIZIONALE CNA COSTRUZIONI CNA FEDERMODA CNA TERZIARIO CNA FITA CNA INSTALLAZIONE E IMPIANTI CNA PRODUZIONE CNA SERVIZI COMUNITA FAB