• An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
Imprese che innovano, oggi la finale regionale del Premio Cambiamenti
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Cambiamenti logoDodici nuove imprese, in grado di coniugare la riscoperta delle tradizioni con le nuove frontiere tecnologiche. Sono quelle che si contenderanno oggi a Pescara – appuntamento alle ore 9 nell’Aula magna Federico Caffé della facoltà di Economia dell’Università d’Annunzio – la finale regionale dell’edizione 2018 “Premio Cambiamenti” - «il grande concorso nazionale che scopre, premia e sostiene le migliori imprese italiane nate negli ultimi tre anni, dopo il 1° gennaio 2015, che hanno saputo riscoprire le tradizioni, promuovere il proprio territorio e la comunità, innovare prodotti e processi e costruire il futuro» voluto dalla Cna nazionale.

Ricca la dotazione di premi della kermesse nazionale (20mila euro al primo classificato, oltre a vari benefit) “Cambiamenti” eleggerà il vincitore il 30 novembre prossimo a Roma. In Abruzzo, regione che grazie all’impegno dei Cna Giovani Imprenditori è sempre stata tra le più attente alla manifestazione, piazzando tanto nell’edizione 2016 che in quella 2017 un’impresa in finale, il percorso della terza edizione del Premio può contare su una ulteriore dotazione di premi, consistente in servizi e benefit offerti dalla Cna, messi in palio nella finale regionale.
Dodici, come detto, sono le nuove aziende che si sfideranno stamattina: dopo una breve presentazione, a valutate la bontà del loro progetto sarà una speciale giuria, composta in parte da esperti del settore scelti tra imprenditori, manager e docenti universitari, e in parte dagli studenti stessi del corso di laurea. Una formula originale, al termine della quale sarà attribuito un punteggio ai partecipanti alla passerella finale, proclamando il vincitore.
Le dodici imprese finaliste – ma ai nastri di partenza si erano presentate per una prima selezione in 46, dopo una intensa attività di animazione sul territorio - sono espressione di tutto l’Abruzzo: per l’esattezza, quattro della provincia di Chieti (Farm4 Trade, Flytrendy, Hidfood, Conforto), una dell’Aquila (Altaai Italia), tre di Teramo (BtoCode, Nubetech, Next Cooking Generation), tre di Pescara (Wonder Italia, Suredi, Serve). Presidente della giuria è Roberto Centazzo, abruzzese d’origine e coordinatore regionale di Cna Industria dell’Emilia Romagna: con lui, Adriano Lunelli (direttore di Fidimpresa Abruzzo), Lara Tarquinio (docente universitaria alla Facoltà di Economia di Pescara), Antonella D’Arrezzo (Tekne srl), Gianluigi Di Martino (Abruzzo Sviluppo), Sergio Iacoboni (Regione Abruzzo). A fare gli onori di casa, per la Cna, il presidente regionale Savino Saraceni, il presidente e il coordinatore regionale di Cna Giovani Imprenditori, Luca Lecce e Silvio Calice, il coordinatore nazionale di Cna Giovani Imprenditori, Luca Iaia.

 
Credits
FIDIMPRESA CNA ALIMENTARE CNA BENESSERE e SANITA CNA ARTISTICO E TRADIZIONALE CNA COSTRUZIONI CNA FEDERMODA CNA TERZIARIO CNA FITA CNA INSTALLAZIONE E IMPIANTI CNA PRODUZIONE CNA SERVIZI COMUNITA FAB