• An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
Fanghi di Ortona, i balneatori Cna: procedimento tutto da ripensare
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

mareNo al sito individuato dalla Regione Abruzzo per lo sversamento dei fanghi estratti dal porto di Ortona; sì, invece, a un procedimento che preveda il preventivo stoccaggio e trattamento a terra dei fanghi stessi, e l'utilizzo poi della sola sabbia depurata per interventi di ripascimento in aree del litorale

soggette a erosione della spiaggia. E' quanto sostiene Cna Balneatori Abruzzo, che attraverso una nota del suo portavoce regionale, Claudio Mille, esprime "pieno sostegno all'azione dei sindaci di Montesilvano, Città Sant'Angelo e Pineto, scesi in campo pubblicamente per chiedere uno stop a un intervento che "potrebbe avere pensanti ricadute di carattere ambientale sull'equilibrio dell'area - quella compresa tra Montesilvano, Città Sant'Angelo e Pineto, al cui interno insiste anche una riserva naturale - indicata dalla Regione per lo stoccaggio del materiale estratto dal porto di Ortona". "Intervento che, se portato a termine - osserva Mille - comporterebbe anche danni seri all'immagine e all'economia turistica del territorio". Da qui la richiesta dei balneatori Cna di fermare l'attività di estrazione e dar corso a un diverso procedimento per lo smaltimento dei materiali.

 
Credits
FIDIMPRESA CNA ALIMENTARE CNA BENESSERE e SANITA CNA ARTISTICO E TRADIZIONALE CNA COSTRUZIONI CNA FEDERMODA CNA TERZIARIO CNA FITA CNA INSTALLAZIONE E IMPIANTI CNA PRODUZIONE CNA SERVIZI COMUNITA FAB