• An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
Donne e imprese del mare: una grande opportunità per le aziende in rosa
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Convegno donne mareNell’Abruzzo delle “imprese in rosa” un contributo importante per lo sviluppo dell’imprenditorialità femminile potrebbe arrivare da un settore che forse non ti aspetti: la pesca. "L'altra metà del mare. Le donne della pesca: futuro, ambizioni"

è il titolo del convegno tenuto questa mattina nella sede di Madonna delle Piane della Camera di Commercio di Chieti: un focus, quello organizzato da Cna Impresa Donna Abruzzo, Camera di commercio di Chieti e Consigliera di Parità della Regione Abruzzo, voluto per illustrare le tante opportunità offerte allo sviluppo del comparto dal Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca ("Feamp"), ma anche per far conoscere numeri e prospettive del settore. Un settore che, se ben conosciuto, potrebbe depositare nella rete delle aspiranti imprenditrici – per usare una metafora appropriata al tema – una interessante dote di opportunità, in grado di contribuire ad accentuare quella tendenza che fa già dell’Abruzzo una regione all’avanguardia nel campo delle imprese femminili. Tendenza che si traduce in una significativa presenza di donne anche nelle attività legate e collegate alle diverse attività d’imprese della pesca e dei suoi “derivati”: distribuzione e vendita del prodotto, attività di trasformazione, marketing, assistenza tecnica. Di fronte a una platea di imprenditrici e agli attentissimi allievi dell’Istituto Galliani-De Sterlich di Chieti, è toccato a Paola Sabella, segretario generale dell’ente camerale teatino tradurre in cifre le potenzialità della vocazione abruzzese al mondo del mare come dimensione d’impresa: 125 chilometri di costa a disposizione; una struttura portuale ben articolate in tre province; una rete vivace di imprese impegnate nei diversi settori legati alla pesca, che si traduce in fatturato; un tasso di “femminilizzazione” dell’imprenditoria al femminile ben al di sopra della media nazionale. 

Diversi gli interventi nel corso dell’incontro, moderato da Letizia Scastiglia e aperto da un saluto di Anna Rita Rossini di Cna Impresa Donna e dell’assessore alle Pari opportunità del Comune di Chieti, Emilia De Matteo. Tra gli altri, quello della parlamentare e responsabile nazionale per il comparto della pesca del Pd, Laura Venittelli (che ha rivendicato per l’Italia un ruolo strategico nel Mediterraneo per il rilancio delle attività del mare); di Adriana Celestini dell’associazione “Penelope donne del mare” di Ancona; di Guido Beltrami sulle fattorie marine; del sindaco di Torino Di Sangro, Silvana Priori. Conclusioni affidate alla presidente di Cna Impresa Donna Abruzzo, Luciana Ferrone e alla consigliera di Parità della Regione Abruzzo, Alessandra Genco.

 
Credits
FIDIMPRESA CNA ALIMENTARE CNA BENESSERE e SANITA CNA ARTISTICO E TRADIZIONALE CNA COSTRUZIONI CNA FEDERMODA CNA TERZIARIO CNA FITA CNA INSTALLAZIONE E IMPIANTI CNA PRODUZIONE CNA SERVIZI COMUNITA FAB