• An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
CNA Turismo, nasce in Abruzzo il coordinamento regionale
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Foto 3Costituito nei giorni scorsi a Pescara il coordinamento regionale di CNA Turismo, organismo che raccoglie operatori del settore. Portavoce del gruppo è stato indicato Claudio Di Dionisio (Francavilla al Mare),tour operator;

con lui ne fanno parte Luca Acconcia (Castelvecchio Subequo), Cristian Borrelli (Lama dei Peligni), Giuseppina Ciofani (Avezzano), Massimiliano Crea (Torrevecchia Teatina), Fabrizio D’Amario (Rocca San Giovanni), Laura Del Vinaccio (Mosciano Sant’Angelo), Giampiero Di Federico (Abbateggio), Matilde Landriscina (Scanno), Mauro Leone (Spoltore), Carla Martorella (Pescara), Claudio Mille (Montesilvano), Mario Angelo Narcisi (Roseto), Leonida Pellicciotta (San Salvo), Luigi Pietrangelo (Serramonacesca), Antonio Raspa (San Salvo), Enrico Silla (Scanno), Simona Toppi (Palena). Tutti imprenditori titolari di aziende impegnate nei settori alberghiero, balneare, della ristorazione, del turismo d’avventura o esperienziale. Nel ruolo di coordinatore è stato designato Gabriele Marchese. Nel corso dell’incontro, tenuto alla presenza del presidente e del direttore di CNA Abruzzo, Savino Saraceni e Graziano Di Costanzo, oltre che del presidente di CNA Commercio, Vincenzo Vitale, e del responsabile nazionale di CNA Commercio e Turismo, Cristiano Tomei (collegato in video conferenza) sono emerse alcune indicazioni che, nelle prossime settimane, andranno ad arricchire l’agenda di lavoro. Tra le altre, l’avvio di un confronto con la Regione sulle politiche del settore; il rilancio del marchio “Abruzzo regione verde d’Europa”; la costituzione di una filiera tra gli operatori del turismo esperienziale; la realizzazione di un catalogo delle offerte; il potenziamento della formazione degli addetti; l’accrescimento dell’utilizzo dei fondi comunitari; il riuso di percorsi e strade secondari per finalità turistiche; il recupero a fini turistici del patrimonio edilizio e abitativo dei centri storici delle aree interne; l’integrazione del turismo esperienziale con quello balneare e con quello montano e dei parchi.

 
Credits
FIDIMPRESA CNA ALIMENTARE CNA BENESSERE e SANITA CNA ARTISTICO E TRADIZIONALE CNA COSTRUZIONI CNA FEDERMODA CNA TERZIARIO CNA FITA CNA INSTALLAZIONE E IMPIANTI CNA PRODUZIONE CNA SERVIZI COMUNITA FAB